Benvenuto, Ospite
Username: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: La situazione in Lombardia

La situazione in Lombardia 6 years 10 months ago #10

  • Cristina Menghini
  • Cristina Menghini's Avatar
  • Offline
  • Amministratore
  • Messaggi: 32
  • Thank you received: 3
  • Karma: 0
La nostra amica GIX ci racconta le difficoltà incontrate nel tratto lombardo della Via Francigena....GRAZIE GIX!
La guida che ho usato anche per questo tratto in Lombardia è quella del Ministero che ho trovato UTILISSIMA!!! La potete scaricare qui:

www.francigenalibrari.beniculturali.it/news1.html

IMPORTANTISSIME sono state anche le seguenti cartine della Confraternita di San Jacopo:

questa purtroppo NON sono riuscita ad usarla perchè non ho trovato il percorso indicato, come spiego più avanti.

www.confraternitadisanjacopo.it/Francige....htm#Palestro-Robbio

Sempre dallo stesso sito della Confraternita, vi consiglio di scaricare la cartina per il tratto da Mortara a Tromello (UTILISSIMA!!!!):

www.confraternitadisanjacopo.it/Francige...htm#Mortara-Tromello

VERCELLI – SANT’ALBINO (MORTARA) km 34 (MiBAC LO01, LO02 e LO03)
Segnaletica:
Vercelli – Palestro: nessuna difficoltà.
Palestro – Robbio: Dal punto 24 (LO01) dove indica di svoltare a sinistra su un tratturo cominciano i problemi. Ho svoltato dove indicato e mi sono ritrovata dopo circa 500m nel bel mezzo di una risaia. Quindi ho deciso di tornare indietro fino alla strada e dal punto dove l’avevo lasciata, ho proseguito su questa stradina di campagna molto tranquilla, per circa 6km verso Rivoltella (vedi cartina PDF sul sito: www.confraternitadisanjacopo.it/Francige....htm#Palestro-Robbio Sono entrata nel piccolo borgo di Rivoltella e ho seguito la strada per Robbio fino a ritrovare (sulla SP 21) i segnavia del percorso in VERDE della cartina suddetta (punto 36 LO01). L’alternativa era di tornare qualche centinaio di metri indietro a Palestro e fare la statale che sicuramente sarebbe stata più breve, ma molto più trafficata e pericolosa.
Robbio – Mortara: Nicorvo merita una sosta nella piccola chiesetta. C’è anche una accogliente ospitalità (Francesca 338.3785706). Usciti da Nicorvo al punto 11 (L002) ho avuto qualche difficoltà perché mi aspettavo di dover svoltare dopo 500metri invece la svolta è almeno ad 1km dopo la piazza. Quindi occorre proseguire fino al cartello marrone della VF. Dal punto 13 al punto 19 non ho seguito il roadbok ma i segnavia.
Mortara - Sant’Albino: Dal municipio non ho seguito il roadbook (LO03) ma ho seguito i segnavia fino all’abbazia di Sant’Albino (circa 2km). Dal municipio segnavia per Via Josti, Via Roma poi Strada Pavese (ciclabile). Attenzione i segnavia spariscono probabilmente a causa dei lavori in corso. Arrivati poi ad una grossa rotonda (supermercato Lidl sulla sinistra) occorre svoltare a destra. L’abazia di Sant’Albino è dopo circa 50 metri sulla sinistra (senza superare il cavalcavia).

SANT’ALBINO (MORTARA) – GROPELLO CAIROLI km 29 (MiBAC LO03 e LO04)
Sant’Albino – Tromello: Riprendo il cammino dal punto 7 del roadbook LO03. Qui vorrei sottolineare il fatto di non avventurarvi senza il roadbook o senza la cartina di Monica Datti www.confraternitadisanjacopo.it/Francige...htm#Mortara-Tromello
perché i 16,4km che separano l’abazia di Sant’Albino da Tromello sono un vero e proprio LABIRINTO DI CAMPI MOLTO SCARSAMENTE SEGNALATI ed è molto facile perdersi. Esistono altre due possibilità: il percorso rosso (della cartina) che è più breve ma anche questo NON è segnalato (il motivo è sempre lo stesso….i contadini eliminano la segnaletica per arare i campi!); oppure la pericolosa statale. Ho scelto il percorso VERDE perché mi avevano detto essere segnato, fortuna avevo con me sia il roadbook che la piantina….infatti seguivo una volta l’uno…..una volta l’altra. Trascrivo qui gli appunti che ho preso durante il mio vagabondare per campi: Al punto 10 manca il segnavia, occorre andare a sinistra. Al punto 12 attenzione, è poco visibile ma c’è. Ai punti 13 e 14 manca il cartello. Al 15 è presente. Al 16 e 17 manca segnaletica. Il 18 è ok. Al punto 19 manca. Al punto 20 ho avuto qualche indecisione, allora anziché il roadbook, ho seguito il disegno tracciato in verde della cartina fino a riprendere a seguire il roadbook dal punto 25. Ai punti 34, 35 e 38 manca il cartello. Al punto 39 smetto di seguire il roadbook e seguo un cartello che porta a destra. In circa 500m di strada asfaltata si arriva su una strada dove bisogna svoltare a sinistra e proseguire verso il centro di Tromello. In fondo (alla casa gialla) svoltare a destra.
Tromello – Madonna delle Bozzole: Da Tromello riprendo il roadbook dal punto 44 fino al punto 52. Qui il roadbook manda dritto facendo attraversare il canale e probabilmente portando a Garlasco. Io invece ho seguito il cartello che manda a destra. Seguo i segnavia lungo il canale fino a che arrivo ad un quadrivio dove MANCA segnaletica. Occorre andare dritto e in pochi minuti si arriva alla Madonna delle Bozzole (tagliando fuori Garlasco). Al bar del santuario, Cesare vi offrirà da bere e da mangiare.
Madonna delle Bozzole – Gropello Cairoli: da qui ci sono due possibilità: andare alle spalle del santuario (non è segnalato) e prendere il canale a destra e seguirlo fino ad attraversare la statale dopo circa 4km e proseguire verso Gropello. Oppure, cosa che ho fatto io (!) prendere la statale: superato il santuario andare in fondo alla strada, alla rotonda svoltare a destra. Superare la rotonda e proseguire dritto in direzione Pavia fino ad incontrare i segnavia del punto 12 (LO04). In questo punto si incrocia il percorso che costeggia il canale probabilmente partito dal santuario. Proseguire quindi fino a Gropello Cairoli seguendo i segnavia.
Alloggio: Gropello Cairoli, Parrocchia di San Giorgio, P.le San Giorgio 1, telefono 0382.815049, cellulare 338.6178903.

GROPELLO CAIROLI – BELGIOIOSO km 35 (MiBAC LO04 e LO05)
Segnaletica: Attenzione al punto 34: c’è un piccolo cartello che indica di scendere. NON seguitelo perché non porta da nessuna parte!!! Andate avanti sulla strada ancora per circa 50 metri fino al prossimo cartello che indica di scendere; quindi seguite i cartelli fino a Pavia. In questo tratto ci sono numerosi bar (io ne ho contati almeno 4). Al punto 53 (LO04) ho fatto una meritata sosta con tanto di piedi in ammollo nel Ticino 
Alloggio: Belgioioso “Locanda della Pesa” Via XX Settembre 111, telefono 0382.969073. Stavano chiudendo per ferie e mi hanno dato una camera (doppia) “indipendente”, pagata 35 euro. È leggermente fuori dal percorso (200 metri), ma secondo me ne vale la pena. C’è anche (proprio sul percorso) l’albergo/ristorante “Il Cavaliere” via cavalloni 50 Tel. 0382.969666 cell. 331.7167986. Io ho solo cenato al Cavaliere (pizza), non so come siano le camere. Questi sono i prezzi: 55 la doppia, 30 la singola, compreso la colazione.

BELGIOIOSO – ORIO LITTA km 28 (MiBAC LO05 e LO06)
Segnaletica: Fino a Santa Cristina nessun problema, seguire i segnavia. Se fate tappa a Santa Cristina, il rifugio è alla sinistra della chiesa. Se invece proseguite come ho fatto io occorre andare (guardando la chiesa) verso destra. Poi seguire i segnavia fino al passaggio a livello. Subito dopo svoltare a destra….e fin qui nessun problema perché è segnato. Attenzione però perché è l’ultimo cartello, poi per qualche km non c’è più segnaletica. Quindi dal passaggio a livello percorrere 600metri su uno stretto sentiero che costeggia la roggia (per fortuna avevano appena tagliato l’erba); si arriva in una zona dove ci sono lavori in corso: occorre andare avanti dritto per circa una decina di metri poi finalmente si vede il ponticello (punto 5) da attraversare e svoltare subito a sinistra su una strada bianca lunga circa 2km fino a Miradolo Terme dove si ritrovano i segnavia.
Altro punto di attenzione è il 14: qui vedrete un “pellegrinetto nero” sull’albero. Occorre andare a destra nel campo e dopo pochi metri si vedrà sulla destra il ponticello da attraversare (punto 15). Poi ho trovato un po’ difficile trovare il “bivio a T” indicato al punto 16 (trovato poi facendo il giro del campo verso destra e poi ho svoltato a sinistra).
Ultima difficoltà al punto 28. A un certo punto mi sono ritrovata sulla statale. Bene qui occorre svoltare a destra poi si trovano di nuovo i segnavia.
Ultimissima: imboccato l’argine (punto 30) ho svoltato a sinistra al primo bivio (che non è quello indicato nel roadbook al punto 31). Non ci sono indicazioni ma sono andata ad intuito verso le case. Al bivio a T ho svoltato a destra e arrivata ad una specie di mausoleo ho svoltato a sinistra. In breve si arriva alla Grangia di Orio Litta.
Il Cammino è la meta
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: La situazione in Lombardia 6 years 10 months ago #11

  • Cristina Menghini
  • Cristina Menghini's Avatar
  • Offline
  • Amministratore
  • Messaggi: 32
  • Thank you received: 3
  • Karma: 0
Ciao Gix, grazie per il tuo prezioso contributo sulla situazione della Via Francigena...

Vorrei segnalare alcune soluzioni ai problemi che hai riscontrato...

Da Palestro a Robbio: In effetti il percorso appena usciti da Palestro è un pò difficoltoso, ma corrisponde a quello che tu poi hai deciso di abbandonare. Sono andata personalmente con la sezione Alpini di Pavia a fare un monitoraggio a giugno e abbiamo chiesto alla provincia di Pavia il permesso per sistemare il tratto, permesso che è stato accordato solo a fine agosto. Quindi è auspicabile che nei prossimi giorni gli Alpini si rechino a pulire il tratto e a posizionare una segnaletica più evidente e resistente.

Mortara - Tromello: dici di non aver trovato la segnaletica....certo, perchè non è stata messa li! Il percorso è stato momentaneamente cambiato proprio perchè in quel groviglio di campi i pellegrini si perdevano oltre che fare 4 chilometri inutili in più! Quindi il Pellegrinetto Nero (ovviamente se qualcuno non l'ha tolto) si trova su un'altro percorso che puoi trovare a nord della statale e che è pubblicato proprio su questo sito...

Tromello - Madonna delle Bozzole: su questo non posso aiutare perchè NON FA PARTE DEL PERCORSO UFFICIALE e non ho mai percorso questa variante. Il percorso ufficiale porta a Garlasco, attraversa la cittadina e poi prosegue a sud della statale per qualche chilometro per poi riattraversarla e proseguire lungo il canale che porta a Gropello Cairoli

Belgioioso - Santa Cristina: Il tratto in uscita da Santa Cristina che costeggia la ferrovia è stato ripristinato a fine agosto dalla sezione Alpini di Pavia solo che ancora non è stato segnato. Provvederemo al più presto a mandare qualcuno.

PS: SUGGERISCO A TUTTI I PELLEGRINI DI SCARICARE ANCHE LE TRACCE O LE MAPPE DAL NOSTRO SITO CHE SICURAMENTE è AGGIORNATO IN QUANTO SONO IO CHE ME NE OCCUPO PERSONALMENTE E QUANDO MI ARRIVA UNA SEGNALAZIONE CERCO SEMPRE DI VERIFICARLA. MI SENTO DI SEGNALARE ANCHE IL SITO www.movimentolento.it DI ALBERTO CONTE, con il quale ho una stretta collaborazione per la Via Francigena e in quanto lui è la persona che ne verifica e certifica i percorsi. Essendoci un continuo scambio di informazioni sono certa che anche il loro sito è aggiornato. Per gli altri siti che si occupano di via Francigena non posso certo garantire in quanto non me ne occupo personalmente.
Il Cammino è la meta
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
Time to create page: 0.569 seconds